Jamila Afghani, l’attivista che si batte per garantire alle donne dell’Afghanistan l’accesso all’istruzione

Condividi

È stato assegnato a Jamila Afghani, fondatrice della Noor Educational and Capacity Development Organization (NECDO) il settimo premio annuale Aurora Prize for Awakening Humanity.

Jamila Afghani, è stato spiegato, ha dedicato oltre 25 anni della sua vita a garantire alle donne dell’Afghanistan l’accesso all’istruzione. 

Chi è Jamila Afghani

Jamila Afghani è un’educatrice, attivista dei diritti umani e fondatrice della Noor Educational and Capacity Development Organization (NECDO) a Kabul in Afghanistan. L’organizzazione fornisce programmi di alfabetizzazione e di assistenza  legale e psicosociale a più di 10.000 donne vittime di abusi da parte di un familiare o di un partner.

Dopo la presa del controllo dei talebani, Jamila è stata costretta a fuggire dall’Afghanistan, ma continua a distanza la sua missione.  La fondazione infatti continua ad assistere le donne afghane e le famiglie più vulnerabili, orfani e disabili.

APPROFONDISCI ANCHE: Afghanistan: 850.000 ragazze sono escluse dall’istruzione 

La condizione delle donne in Afghanistan: dagli anni 20 ad oggi 

Le donne afgane sfidano il regime talebano 

Immagine di copertina: Cisda